Fuerteventura: gita con Cri, mia sorella ormai Canaria

Faro al tramonto

Un salto a Fuerteventura da Lanzarote è presto fatto,  30 minuti di traghetto e vieni proiettato in una dimensione totalmente diversa dalla precedente .

Dalle masse di lava nera che sembra debbano venirti addosso  si passa  a deserti sassosi  color rossiccio….se mi dicessero di immaginare Marte, ecco  me la immaginerei così.

Lasciamo alle spalle Corralejo – antico villaggio di pescatori di una volta , ora città turistica  costellata di ristorantini e bar – e, avendola già visitata più volte, preferiamo  inoltrarci nella Fuerteventura selvaggia, percorriamo la FV 101 che passa da La Oliva .

Programmiamo una sosta a Betancuria antica capitale dell’isola, l’ultima volta che ci siamo passate pioveva ed era tutto chiuso e finalmente ho potuto ammirare la piazzetta della Iglesia Santa Maria Betancuria .

Riprendiamo il viaggio , la mia meta era fotografare  il faro di Punta Jandia  al tramonto. Passiamo attraverso il Parco Rurale di Betancuria  dove con sorpresa sostando per una fotografia panoramica  mi vengono incontro spiritosi e divertentissimi scoiattolini .

Riprendiamo la strada, una bellissima strada che ti fa immergere totalmente in quella che è  la vera natura di Fuerteventura, sale fino a 600 metri con panorami mozzafiato per poi ridiscendere tra vulcani e  vallate .

Finalmente arriviamo a Morro Jable  dove con fatica troviamo una camera  in un albergo, l’Ocean World Hotels  S.L  ad un prezzo ottimo, posiamo il nostro esiguo bagaglio e ripartiamo alla volta del  Faro de Punta Jandia   percorrendo una 40 ina di minuti di sterrato  abbastanza ben tenuto…..era presto per il tramonto  per cui decidiamo di continuare la strada  fino al faro Punta Pesebra che passa da un luogo nominato Fine del Mundo .In effetti la sensazione è quella .

Prima di arrivare al Faro, tutte in fila, una serie di vecchie caravans , una grande pala eolica, 4 casette in muratura di pescatori, 2 ristorantini, nel nulla chiamato El Puertito, dove però arriva il bus di linea.

Vale la pena comunque farsi  tutto quello sterrato per partecipare al bellissimo spettacolo del tramonto sul mare .

Il programma della mattina dopo comprendeva  il passaggio a Playa de La Pared , Punta Guadalupa  e  le Cueves de Ajuy , abbiamo anche visitato  un  produttore di formaggio di capra Finca Benigno sulla strada che da  Ajuy va verso il nord dell’isola.

Ora inizia a diventare tardi per il traghetto quindi riprendiamo il viaggio  per Corralejo  , sbagliando strada siamo finite  su una strada sterrata  ai bordi della quale si trova un vecchio mulino abbandonato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In fine  arriviamo alle famose dune di sabbia di Corralejo , ma dobbiamo fare in fretta se no il traghetto ci lascia a terra , il tempo di uno scatto frettoloso .

Salutiamo dal traghetto Fuerteventura  , sicuramente si ritorna per scoprire altri angoli suggestivi.

Testo e foto di @AlessandraAntonini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...